Poesia!

tn_ape.jpg 

Candela
Stanotte
– come altre –
trattengo il cielo sveglio per comporre una poesia.

Appena scritta
mi arrampicherò
su una cresta malinconica,
raggiungerò la tua camera buia.

Sulla spalliera del letto
distenderò silenziosamente
I miei versi:
trasformati in candela
li accenderò per te.

Khabat (in curdo significa lotta), pseudonimo di Tarik Aziz, nasce il 1° settembre 1963 nel villaggio Karanau presso la città petrolifera di Kurkuk nel sud del Kurdistan

Annunci

Moraro ìncontra la poesia e la musica

tn_ll1.jpgMoraro ìncontra la poesia e la musica
Giovedì 23 agosto – ore 21.00  a MORARO (Go)
presso“frasca da Aldo” via Petrarca 17 (a fianco del Municipio)

“INCREDIBILMENTE VICINO” (Terza edizione)

Autori, poesie, letture, musica con
IVAN CRICO (Pieris/Go), RENZO FURLANO (Cormòns/Go), MANUELA PECORARI (S.Lorenzo/Go)
GIACOMO SANDRON (Portogruaro/Ve) e Mauro RADIGNA, chitarra

Ivan CRICO Poesia in bisiaco. Un mondo che si manifesta, le sue atmosfere, il suo tempo, le sue luci. Quando la natura incontra la memoria e il cuore.

Manuela PECORARI  L’intensità del volere comunicare. Le parole diventano espressione, suono e significato.

Giacomo SANDRON La continua ricerca. Lo sguardo dello scrivere. Scrivere lo sguardo.
 
Renzo FURLANO Una intimità che si fa confessione. La poesia come epifania del vivere. quasi sottovoce. Per sentire meglio.

La libertà

tn_rosa.jpgNella mia poesia
se mi tolgono i fiori
mi muore una stagione
se mi tolgono la fidanzata di stagioni
me ne muoiono due
se mi tolgono il pane me ne muoiono tre
se mi tolgono la libertà
mi muore tutto l’anno e così muoio anch’io

Sherrko Becas poeta Kurdo