Filari in versi

tn_frattoni5p.jpgtn_frattoni5p.jpgPremio Internazionale di Poesia 2007 – 2008 

 SCADENZA 30 GIUGNO 2008

 max 16 versi

La Cantina Produttori Cormòns, che è nota nel mondo, oltre che per i suoi ottimi vini, soprattutto per il Vino della Pace, le cui etichette vengono illustrate dai più grandi artisti italiani e stranieri abbinate ai versi di altrettanto famosi personaggi della cultura mondiale, che hanno negli anni creato un’originale e unica Galleria permanente d’opere d’arte d’alto livello, con il contributo e patrocinio del Comune di Cormòns, e l’organizzazione e collaborazione dell’Associazione Culturale Vilegnovella dal Judri Culturaglobale, promuove il premio Internazionale di Poesia “Filari in versi” 2007 – 2008, per opere inedite di Poesia in lingua italiana, friulana, slovena, tedesca, o in qualsiasi altra lingua ufficiale o minoritaria parlata nel mondo, purché accompagnata da una traduzione in italiano. Le poesie, non più lunghe di 16 versi, dovranno contenere il Messaggio della Pace e del rispetto delle diversità, quale ricchezza personale e universale”.

Caratteristiche salienti del premio sono; la completa gratuità della partecipazione, la stampa di un’antologia, a cura delle Edizioni Culturaglobale, con le migliori opere pervenute e, soprattutto, l’inserimento della migliore poesia, a giudizio della preposta commissione giudicatrice, nell’etichetta del Vino della Pace, che verrà riprodotta su migliaia di bottiglie. La scadenza per la partecipazione è il 30 giugno 2008 mentre la cerimonia delle premiazioni avverrà lunedì 29 dicembre 2008 nel teatro comunale durante la consegna del “Premio Acino d’Oro”.

Continua a leggere

Annunci

Oh acqua!

tn_mani_acqua.jpg 

Acqua
Mai doma nel suo scorrere, irrequieta irrompe spumeggiante di spruzzi e gorgoglii, si incanala, penetra ogni insenatura.
Nei suoi viaggi vivaci espande vita in ogni dove. Acqua è materia di cui siamo.
Acqua è lacrima, sudore, stilla microscopica che riflette l’infinito.
Acqua è lo specchio nella pozzanghera dei nostri giochi.
Acqua è la pioggia che picchietta sui tetti, è il fluire dolce dei nostri pensieri. Acqua è la gocciolina di rugiada che si dondola sulla corolla del fiore, e scivolando d’argento diventa un ruscello chiacchierino
È quella timida che si tuffa nel blu del mare immenso, per poi ritornare lieve bianca nuvola. ma…
Acqua è sempre più spesso un rubinetto da cui fuoriesce neanche la speranza.

Oh acqua, acqua
candide palmi scure
han tentato di trattenerti
ma tu, tu fuggi
sempre fuggi
nelle mani non rimani
che nel sapore della nuvola
ridiscendi libera
sei la goccia sul seme
danza ballerina
profumando l’erba fresca nata
è nel silenzio
che ho udito
il bambino
invocarti
Acqua!
 

La filastrocca

Piove picchiettando sul tetto
della casa dal tiepido caldo
a volte scroscia col rombo del tuono
altre, scende in pudico silenzio
altrove cade lieve biancheggiando
sull’albero di foglie spoglio
uno spazio ovattato
dove il tempo pare fermato
noncurante ed indaffarato
dell’importanza dell’acqua l’uomo
s’è dimenticato
non si pone il dubbio
perché tutto questo
in un altro luogo
viene morendo invocato.