Lo spaventapasseri

Lo spaventapasseri

Ti hanno fatto ad immagine e somiglianza dell’uomo
 già!
baluardo di colture e culture nel tempo tradite

ti hanno messo il cappello della saggezza
e l’occhio del sapere
ti hanno dimenticato nel caldo vento malato
di un campo di spighe modificate
che niente riempie

ti ricordi di Pietro?

il bambino che ti mise il fucile
il fucile l’ha portato via il vento libero

ti ricordi di Pietro?
l’ha portato via la guerra

ti ricordi di Pietro?
è morto, mille e altre mille maledette volte

Agnieska, Kim, Rabu, Dragan
nei palmi le spine di Birkenau
con la carne ardente a Trang Bang
accovacciato sotto il muro di Ghaza
lembo di straccio in qualche fossa a Mostar

tu immoto testimone della globalizzazione virtuale
tu indifferente spettatore di avversità e ingiustizie

ti hanno dimenticato le gambe
 già!
gambe per correre libero

Renzo Furlano

Annunci