Filari in versi

tn_frattolinPremio Internazionale di Poesia 2009 – 2010
La Cantina Produttori Cormòns (GO) è nota nel mondo, oltre che per i suoi ottimi vini, soprattutto per il Vino della Pace, inviato ai capi di Stato del Mondo. Stappando una delle cinquemila bottiglie si avvera il sogno di liberare il Genio dormiente nel soave vino estratto da quasi seicento vitigni diversi, provenienti da tutti i continenti; così nel bicchiere fluisce il sapore del mondo distillato attraverso il frutto più nobile, l’uva. La “Vigna del Mondo” prospera a Cormòns, nell’unica regione d’Europa, il Friuli Venezia Giulia, in cui s’incontrano la cultura latina, germanica e slava, dove la concordia è stata sempre un’aspirazione e una necessità. Le etichette sono state illustrate dai più grandi artisti italiani e stranieri. Da Zoran Music, Arnaldo Pomodoro, Enrico Baj, Dietman, Minguzzi, Salvatore Fiume, Pietro Consagra, Giorgio Celiberti, Giacomo Manzù, Aligi Sassu, Finì, Darko Bevilacqua, Emilio Vedova, Anderle, Rauschenberg, Corneille, Treccani, Nagasawa, Tadini, Ceroli, Dario Fo; ed i versi di Renzo Arbore, Mario Luzi, David Maria Turoldo, Elio Bartolini, Alda Merini, Andrea Zanzotto, Moni Ovadia e Yoko Ono, che hanno negli anni creato un’originale e unica Galleria permanente d’opere d’arte d’alto livello, che lega per sempre e indissolubilmente l’arte con il più nobile dei prodotti della terra: il vino.
Scheda di partecipazione
Regolamento

La Cantina Produttori Cormòns (GO), con il contributo del Comune di Cormòns, il patrocinio del Club Unesco di Udine e l’organizzazione dell’Associazione Culturale Vilegnovella dal Judri Culturaglobale, promuove la II edizione 2009 – 2010 del premio Internazionale di Poesia “Filari in versi”. Il concorso, che ha come argomento il Messaggio della Pace e del rispetto delle diversità, quale ricchezza personale e universale, prevede che la poesia vincitore venga impresse sulle etichette delle bottiglie del Vino della Pace, che sono inviato a tutti i capi di Stato del Mondo.
a) Partecipano gratuitamente senza tasse d’iscrizione o di lettura, i cittadini di qualsiasi nazionalità purché abbiano compiuto, alla data di scadenza del bando, il 16° anno di età.
b) Termine per la presentazione – lunedì 31 maggio 2010. Fa fede il timbro postale, o la risposta attraverso e – mail.
c) Gli autori già premiati con la stampa dell’etichetta non possono più ricevere tale premio.
d) Giuria – La Giuria, i cui giudizi sono insindacabili e inappellabili, verrà resa nota in seguito.
e) Premiazione – Avverrà nel mese di settembre 2010 in occasione della Festa dell’Uva al Teatro Comunale di Cormòns.
f) Risultati – Verrà data comunicazione attraverso e-mail ai partecipanti. I vincitori sono obbligati a presenziare pena la decadenza del Premio. I risultati verranno pubblicati sul sito web www.culturaglobale.it

1) Si partecipa con un massimo di 3 poesie di lunghezza non superiore ai 16 versi scritte in lingua italiana, friulana, slovena, tedesca, o in qualsiasi altra lingua ufficiale o minoritaria parlata nel mondo, purché accompagnata da una traduzione in italiano
2) Spedizione delle opere – I concorrenti devono inviare a mezzo posta, sei copie degli elaborati in unico plico allegando la scheda di partecipazione, reperibile su www.culturaglobale.it, a:
Premio Internazionale di Poesia “Filari in versi” – Fermo Posta – 33048 San Giovanni al Natisone (UD) Italia. Oppure, in formato documento word/windows, sempre con la scheda di partecipazione allegata, all’indirizzo e-mail info@culturaglobale.it.
3) Premi – La poesia vincitrice verrà impressa sull’etichetta del Vino della Pace, e all’autore verrà offerto un soggiorno per 2 persone di 2 giorni – Al 2° e 3° classificato un soggiorno per 2 persone di 2 giorni.
4) Antologia – È prevista la realizzazione di un’antologia del premio nella quale verranno inserite le migliori opere selezionate dalla Giuria, i quali autori riceveranno un attestato di merito.    
5) Diritti d’Autore – Gli autori concedono agli organizzatori a titolo gratuito la pubblicazione dei testi o parti di essi su giornali, riviste o Internet con citazione dell’autore. I diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli Autori. Gli originali non saranno restituiti.

allegata la scheda di partecipazione

per informazioni:
Ass.ne Culturale Vilegnovella dal Judri
Culturaglobale
via IV Novembre, 17 – 33048 S. Giovanni al Natisone
Udine – Italia
0481.62326 – 339.2650471
www.culturaglobale.it
info@culturaglobale.it

Annunci

One thought on “Filari in versi

  1. La mia casa

    La mia casa
    Ha il ricordo vivo
    Delle rondini
    Sotto il tetto
    Dei passeri presi
    Sopra i balconi
    Della neve mista
    Con il cotto
    Delle luci
    Fioche senza lampadari
    Dei pomodori
    Freschi dentro il secchio
    Dell’uva mista dentro i tini
    Tutto mi ritorna in mente
    Con orgoglio:
    I miei genitori
    Erano contadini felici
    Innamorati della vita.

    Giusi Pontillo

    La sincronicità delle mammole
    Quel feeling etereo
    dal profumo di mammole
    albeggiava
    tra i rossi vigneti,
    giocherellando
    tra i grappoli odorosi
    che sanno ancora di sterile.
    Quando con la forza
    della passione più pura
    “il Vichingo”
    ha osato estirpare
    le sterili siepi
    di mammolo in fiore.
    Ritratto Normanno ebbro,
    forse caduto tra le braccia
    del profumo di Sophya
    “vibrava nel letto infuocato.”
    E i sogni si accendevano
    nella trasformazione più pura.
    Nella danza,
    insieme ai profumi
    nasceva la sincronicità delle mammole.
    Eppur Romeo
    non esisteva già da un pezzo
    quando si assopì
    nel feeling
    -di un AMORE Singolare-

    Giusi Pontillo

    Grassano
    Come l’aurora,
    come le stelle cadenti
    che bruciano
    dentro le proprie radici,
    “amo Grassano”.
    Come meteora vagante
    mi disperdo
    dentro le stanze della politica.

    Appesa ai ricordi
    l’amo ancora!

    Con le sue terre brulicanti
    di vigneti,
    ubriaca come chicco alcolico
    dentro gli avvenimenti importanti.

    Dentro i crepuscoli
    mi sento adagiata,
    come le fiamme rosse
    della cultura Surrealistica,

    pensosa nei carboni soffocati
    sotto le macerie incenerite,
    della Storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...