Aforismi

tn_img_0145.jpg

 

Mai fermarsi al primo ostacolo!
Al prossimo sappi,
che al primo avevi dei dubbi!

Strano il percorso della lacrima,
nasce sconquassando il cuore,
ti blocca lo stomaco,
sale a martellare il cervello,
esce con estraneità e ti bagna dolcemente il viso.
 

Raramente, per paura o incapacità,
ho lasciato parlare il mio cuore.
Quando l’ho fatto è stato zittito!
 
Una ferita più profonda è,
più difficilmente si cicatrizza,
si dilunga il dolore,
comincia a far parte di te,
ti rode, s’incancrenisce…
purtroppo non s’è mai visto amputare un pezzo di cuore… 
 
Se un giorno, solo per un attimo,
potessi esprimere ciò che ho dentro,
sarebbe un’esplosione di rabbia e di amore.
 
Strano il cuore, anzi, noi.
Si pensa stia lì a scandire i suoi colpi comunque,
sempre, invece, no!
Prova a sentire come varia il suo battito.
 
 
29 gocce di Lexotan, per non esagerare; per non ricordare.
Per dimenticare non bastano.
Nulla può!

Spesso ho pianto,
molto, troppo spesso.
Ciò che m’addolora è che ho riso troppo poco!
 
Se piangere è una debolezza; sono debole!
Se la sensibilità è una forza; sono forte!

L’amore univoco è come un immenso desiderio di correre ed accorgersi,
di avere una  gamba sola.

La vita è un segmento;
una linea con un inizio e una fine.
Non possiamo determinare la sua lunghezza,
ma dargli maggior spessore, questo sì.

Mentre il tempo scandisce la propria eternità,
il desiderio, del suo trascorrere veloce o che si fermi,
ci consuma.

Constato che i sentimenti non sono noccioline,
anche se i gusci spezzettati sono tremendamente spigolosi!
 
È evidente che vi è una idiosincrasia fra me e l’umanità, non potendola degnamente rappresentare (l’umanità) e farla crescere come in decennali sogni chisciottiani, mi rinchiudo nel guscio di una nocciolina, che talvolta, curiosamente, quando la rompi, si fa trovare incredibilmente vuota! Ma anche qui trovo insegnamento; basta aprirne un’altra per gustarne il suo contenuto…
Il punto è la presenza grafica e fisica della fine di un periodo, o l’inizio di quello seguente?
Domanda: come può avere fine un inizio che è appena iniziato, e pertanto, per suo stesso concetto non può nella sua impostazione primaria e naturale, prevedere una fine.
Se sì: ogni inizio segna una fine? ma è vero anche il contrario? ogni fine prevede un possibile inizio?

Non ho molto tempo a disposizione.
Probabilmente non potrò leggere, vedere o conoscere, oltre al mio nulla.
Rileggere ciò che mi piacque, amare ciò che credevo d’amare, vivere come non feci!

M’accorgo di non aver fatto nulla di ciò che avrei voluto,
e il tempo consuma il tutto di ciò che avrei, forse, potuto!

Antitesi o contrapposizione;
essere o esistere?

Dall’apparente nulla,
possono nascere
progetti e situazioni
immensamente grandi!

Se il nulla è il niente
di qualcosa.
Il vuoto cos’è?

Esistere
senza essere
è come scalare
una montagna
senza raggiungere la vetta.

Il bello del pensiero è che non è reale. Lo può diventare, ma quando si produce, evolve e si modifica, è virtuale; pertanto non costa nulla, se non ti piace lo puoi cancellare, per poi crearne degli altri. Plasmarli al momento, quasi toccarli. Che bello il pensiero, che come tale forse non lascia traccia; tranne che dentro te!

Poesia è un po’ il coraggio
di mostrare le nostre più intime nudità;
spogliarci di quella corazza
che abbiamo indossato per proteggerci
dalle nostre stupide paure.

Uno dei mali peggiori dell’umanità è sapere che schiacciando due noci una, delle due si rompe.
Quello primario è farlo nella consapevolezza!
 
Nulla è effimero, tutto è importante, tutto va vissuto! 
Com’è immenso e bello stupirsi, rileggendo un libro ed accorgersi di soffermarsi ancora sulla stessa pagina in cui, tempo addietro, si aveva fatto la piega.  

La consapevolezza della propria ignoranza è la prima dimostrazione della propria intelligenza!

Credo, forse è il caso di sperare, che la conciliazione, la pace, possa avvenire tramite piccole concessione.. una concessione che io faccio al mio presunto antagonista, e lui come tale fa a me, dovrebbe corrispondere matematicamente al mantenimento dei propri propositi.
Se sono pro – positivi!!!

Non sono poi molto importanti nomi e titoli….
Si perdono nelle onde dell’oblio…
Ciò che creiamo e ciò che siamo, invece,
rimangono nella memoria dell’intelligenza.

Quando nasce un’idea è come quando sboccia un fiore; incantati rimaniamo a sentirne il profumo.

Le guerre si fanno per ignoranza o per presunta intelligenza.

Porsi delle domande non è da tutti; riuscire a dare delle risposte è da pochi!

Riuscirà mai la realtà a superare l’incommensurabilità dell’immaginazione?

Quale rumore è così forte e persistente
come quello che si sprigiona nella nostra mente,
in un momento di silenzio?
Approfittane quando, della torta della vita, vedi una grossa fetta che è il futuro, questa poi si assottiglia sempre più, e le briciole dei ricordi aumentano, e rimangono forse l’unico triste presente…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...